Comune di Sant'Agnello
Piazza Matteotti 25, 80065 Sant'Agnello (NA)
Email PEC: segreteria.santagnello@asmepec.it
Centralino: +39.081.5332200 | Uffici Telefono e Posta Elettronica
Sito Ufficiale Comune di Sant'Agnello - Provincia di Napoli
SANT'AGNELLO - 20/07/2019
Albo Pretorio Amministrazione Trasparente Servizi online Portale Tasse e Tributi Suap Suap
Matrimoni

Modulistica

Raccolta dei principali moduli predisposti dagli uffici del Comune

Home > News

I.M.U. – IMPOSTA MUNICIPALE UNICA VERSAMENTO SALDO- SCADENZA 16 DICEMBRE 2013

 

Si informano i contribuenti che il prossimo 16 DICEMBRE 2013 scade il termine per il pagamento del saldo dell’I.M.U. Il versamento arrotondato all’euro, deve essere  effettuato con modello F24 presso un Istituto di credito o presso Poste Italiane, utilizzando il codice comune I208.

 

Le aliquote adottate dal Comune per l’anno 2013 sono le seguenti:

Aliquota ordinaria – 0,84%

Aliquota abitazione principale e relative pertinenze (nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7 a condizione che non risultino iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo)  – 0,40%

Aliquota fabbricati rurali ad uso strumentale – 0,20%

Detrazione per abitazione principale - € 200,00

La detrazione è maggiorata di €. 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a ventisei anni, purché dimorante abitualmente e residente anagraficamente nell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale

 

Consulta la delibera di approvazione delle aliquote per l’anno 2013:

http://www.finanze.it/dipartimentopolitichefiscali/fiscalitalocale/tributi_locali/dati/2013/4312_DIMUNIC-15na13i208d.pdf

 

Sul sito del Comune di Sant’Agnello: www.comune.santagnello.na.it è disponibile il programma per il calcolo dell’imposta I.M.U. dovuta e la stampa del modello F24.

 

Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 27 novembre 2013, ha deliberato l'abolizione della seconda rata dell'Imu sull'abitazione principale, ad eccezione degli immobili classificati nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (castelli, palazzi di eminenti pregi artistici e storici).

Il testo del decreto è consultabile al seguente link:

http://www.finanze.it/export/download/Imu/DL_133_2013.pdf


Per quanto riguarda l'Imu agricola per i fabbricati rurali e terreni agricoli, si rinvia al comunicato stampa del Governo, consultabile all'indirizzo www.governo.it.


Inoltre, il Decreto legge del 31 agosto 2013, n. 102, convertito dalla legge 28 ottobre 2013, n. 124, ha stabilito che:

  1. per l'anno 2013 non è dovuta la seconda rata dell'Imu relativa ai fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, fino a quando permane tale destinazione e non siano in ogni caso locati.
  2. le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, sono equiparate all'abitazione principale. Per l'anno 2013, la disposizione di cui al primo periodo si applica a decorrere dal 1º luglio.
  3. A decorrere dal 1° gennaio 2014 sono equiparati all'abitazione principale i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture del 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008.
  4. Non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica ai fini dell'applicazione della disciplina in materia di IMU concernente l'abitazione principale e le relative pertinenze, a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, purché il fabbricato non sia censito nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9, che sia posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia. Per l'anno 2013, la disposizione di cui al primo periodo si applica a decorrere dal 1º luglio.
  5. A decorrere dal periodo di imposta 2014, tra le attività istituzionali di cui alla lettera i) del comma 1 dell'articolo 7 del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504, è ricompresa l'attività di ricerca scientifica.

N.B. Ai fini dell'applicazione dei benefici citati ai punti da 1 a 5, il soggetto passivo presenta, a pena di decadenza entro il termine del 30 giugno 2014, apposita dichiarazione Imu su modello ministeriale, con la quale attesta il possesso dei requisiti e indica gli identificativi catastali degli immobili ai quali il beneficio si applica.

 

 

<< Torna Indietro

Meteo Sant'Agnello